L’esercizio del diritto di visita e di relazione – seconda edizione

 

Immagine

FORMAZIONE OPERATORI 2013

DAGLI INCONTRI PROTETTI ALLA PROTEZIONE DEI LEGAMI CHE AIUTANO A CRESCERE

L’ESERCIZIO DEL DIRITTO DI VISITA E DI RELAZIONE

“ In una fredda giornata d’inverno un gruppo di porcospini si rifugia in una grotta e per proteggersi dal freddo si stringono vicini.  Ben presto però sentono le spine reciproche e il dolore li costringe ad allontanarsi l’uno dall’altro. Quando poi il bisogno di riscaldarsi li porta di nuovo ad avvicinarsi si pungono di nuovo.  Ripetono più volte questi tentativi, sballottati avanti e indietro tra i due mali, finché non trovano quella moderata distanza reciproca che rappresenta la migliore posizione, quella giusta distanza che consente loro di scaldarsi e nello stesso tempo di non farsi male reciprocamente ”

Schopenhauer

PORCOSPINO

IL CORSO

Dalla quinquennale esperienza di gestione di servizi per l’esercizio del diritto di visita e di relazione e dal desiderio di approfondire i temi e le questioni che    sollevano le persone che incontriamo, nasce l’idea di un corso teorico-pratico sugli “incontri protetti”.

 OBIETTIVI

Il percorso intende offrire un quadro giuridico, psicologico e metodologico sull’intervento di mantenimento e cura dei legami relazionali interrotti tra genitori e figli che per diverse ragioni non vivono insieme.

LE DATE E GLI ARGOMENTI

22 aprile 2013: Dal mandato dell’Autorità Giudiziaria all’incontro tra genitore e figlio.

  • questioni giuridiche
  • modello di intervento.

6 maggio 2013: Osservare, valutare e restituire.

  • capacità parentali: l’ascolto dei genitori.
  • rapporti con le istituzioni.

13 maggio 2013: Chi sono e da dove vengo?

  • l’importanza dei legami e delle origini
  • ascolto del minore: segni e segnali

27 maggio 2013: Non voglio incontrare papà!

  • alienazione genitoriale o ferite profonde?
  • ri-costruire i legami è possibile?

 FORMATORI

Marco Luterotti Educatore professionale, dottore in psicologia clinica, operatore presso “Spazio Incontro” Istituto Palazzolo e “Spazio Incontro Genitori e Figli” Comune di Brescia.

 Barbara Raccagni Psicologa, psicoterapeuta, coordinatrice del servizio “Spazio Incontro” e consulente del servizio “Prendimi in Affetto – Famiglie per l’Affido” Istituto Palazzolo.

 Daniela Refentini Psicologa, psicoterapeuta,    operatrice presso il servizio “Spazio Incontro” Istituto Palazzolo, coordinatrice del CFA Associazione Famiglie Affidatarie di Brescia.

 Daniela Quaresmini Psicologa, psicoterapeuta, partner dello Studio Ecro, consulente e responsabile scientifica di progetti e servizi di sostegno alla genitorialità, conduttrice di gruppi per genitori, insegnanti ed operatori sociali.

INFORMAZIONI

  • Il corso è rivolto a educatori, psicologi, assistenti sociali, avvocati e a quanti operano nell’ambito della cura e dei  servizi alla persona.
  • Gli incontri avverranno presso la sede del Centro Kairòs a Capriolo (BS) via Calepio 1 dalle ore 9 alle ore 12.
  • Al termine del percorso verrà rilasciato attestato di partecipazione.
  •  Il corso verrà attivato al raggiungimento di 20 iscrizioni, in caso contrario la  quota verrà interamente restituita.
  • Sono stati richiesti i crediti formativi per la  professione di assistente sociale.

ISCRIZIONI

  • Quota di partecipazione €120 che si riduce a €100 per studenti e per iscrizioni entro il 17/3/2013.
  • Termine ultimo iscrizioni: 14/4/2013.
  • Il versamento andrà effettuato tramite bonifico bancario sul C/C 9727 Intestato a Istituto delle Suore delle Poverelle, BCC del Basso Sebino Agenzia di Capriolo – IBAN IT 27 Z 0843754220 00 00 00 00 9727.

Scarica il volantino dell’iniziativa: Formazione kairos 2013

 

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

Seo Packages